Schelstraete CS vince la procedura giudiziaria per conto del cavaliere colombiano di salto ostacoli contro il commerciante di cavalli olandese

L’udienza si è svolta l’11 marzo 2020, proprio davanti alla chiusura del Tribunale per le udienze di persona a causa della crisi Covid-19.
Il nostro cliente – un cavaliere colombiano di salto ostacoli – ha acquistato una giumenta da salto di cinque anni da un commerciante di cavalli olandese situato a Gaanderen. Visitando le scuderie, il nostro cliente ha scoperto che il cavallo non era così talentuoso come mostrato nel video inviato dal commerciante di cavalli prima dell’acquisto. Il commerciante di cavalli ha riguadagnato la fiducia del nostro cliente e le parti hanno convenuto che il commerciante di cavalli avrebbe addestrato e rivenduto il cavallo per il nostro cliente: tutto sarebbe stato organizzato, ha assicurato. Purtroppo non è successo nulla: il commerciante di cavalli non ha venduto il cavallo per più di un anno, ma ha sostenuto i costi di addestramento e ricovero in questo periodo al nostro cliente. Senza il pagamento completo si è rifiutato di lasciare andare il cavallo al nostro cliente.
Poiché il nostro cliente ha perso la fiducia nel commerciante di cavalli che vendeva il cavallo, il nostro cliente ha pagato i costi di addestramento e stalla e ha inviato una società di trasporti presso la sede del commerciante di cavalli per ottenere il cavallo che ha acquistato. Con grande fastidio del nostro cliente, il commerciante di cavalli si rifiutava ancora di rilasciare il cavallo alla compagnia di trasporti e reclamava sempre più soldi dal nostro cliente. Di conseguenza il nostro cliente è stato costretto ad avviare una procedura legale nei Paesi Bassi per ottenere il cavallo che aveva acquistato.
Il tribunale olandese ha emesso un verdetto in cui affermava che il commerciante di cavalli avrebbe dovuto rilasciare il cavallo quasi un anno fa poiché tutto era stato pagato dal nostro cliente. Il commerciante di cavalli non è autorizzato a richiedere ulteriori costi relativi al cavallo poiché era illegalmente in suo possesso. Inoltre il commerciante di cavalli è condannato a pagare le spese di trasporto sostenute dal nostro cliente per il mancato trasporto e le spese legali del nostro cliente.
Purtroppo il tubo non è ancora stato consegnato al nostro cliente, nonostante una condanna a pena di euro 500,00 al giorno. Il commerciante di cavalli ora afferma che il cavallo è morto in una stalla in Italia a causa di Rhino (una specie di paragonabile al virus umano Covid-19) alla data in cui il verdetto è stato emesso dalla Corte (?!). Non viene fornita una prova sufficiente di ciò e ovviamente al commerciante di cavalli non è stato permesso di trasportare il cavallo del nostro cliente in Italia senza il suo permesso. Quindi continua …
Il verdetto è pubblicato al numero: ECLI: NL: RBGEL: 2020: 2264> https://uitspraken.rechtspraak.nl/inziendocument?id=ECLI:NL:RBGEL:2020:2264

avvocato equestre

Chi siamo

Chi siamo

Contatti

Cosa Facciamo

Termini&Condizioni

Privacy Policy
Cookie